AICH

CON IL PATROCINIO DEL COLLEGIO IPASVI DI MILANO LODI MONZA E BRIANZA

Vivere e comunicare con l’Huntington L’esperienza di Jimmy Pollard

4 Dicembre 2017



«Ricorda come può essere pensare con la malattia. Ogni cosa è più lenta. Elaborare l’informazione è più lento. Organizzare l’informazione è più difficile. Cose che prima facevi in autonomia ora devi farle concentrandoti. Questo può essere sgradevole, stancante e creare confusione. ... Tutti intorno a te stanno osservando i tuoi problemi motori. Forse c’è qualcuno che ti fa fretta. Non ti aspettano. Ti ripetono sempre la stessa domanda, ancora e ancora, senza darti il tempo di rispondere».

L’Huntington non è solo una patologia ereditaria degenerativa del Sistema Nervoso Centrale. E’ una sfida che per una piccola mutazione nel DNA, migliaia di donne e uomini vivono ogni giorno. Una sfida scientifica per chi lavora per trovare una cura. Una sfida assistenziale per coloro che professionalmente e famigliarmente se ne prendono cura

Sede
Via Luini 4
MILANO

In allegato il programma